La PODISTICA VOLUMNIA SERICAP  con altre ASD propongono una

 

RIFLESSIONE SU COVID, PODISMO E POLITICHE SPORTIVE

 

+ UNA PRECISAZIONE (che è anche un invito)

A cura di Luca Uccellini

La 31esima edizione della Maratonina del Campanile, organizzata dalla Podistica Volumnia Sericap ed in programma domenica prossima 2 febbraio, è stata presentata questa mattina nella Sala Multimedia di Palazzo Cesaroni a Perugia, alla presenza del Presidente del Coni Umbria, Domenico Ignozza, del consigliere Comunale del comune di Perugia, Riccardo Mencaglia e della segretaria del comitato umbro della Fondazione Airc, Lelia Di Loreto. A fare gli onori di casa il presidente della Podistica Volumnia Sericap, Raffaele Bottoloni, che nel suo intervento ha in primis ha dato merito all’ex presidente Gianfranco Brugnoni per quanto fatto per la società e per questa manifestazione, per poi passare ad illustrare brevemente quella che sarà la Maratonina di domenica. Confermato il percorso di km.20, regolarmente misurato ed omologato, con partenza ed arrivo posti nei pressi del CVA di Ponte San Giovanni, percorso che interesserà anche il territorio di Torgiano, con l’attraversamento del centro storico di questa cittadina, una dei Borghi più belli d’Italia: la manifestazione continua a fregiarsi del marchio di qualità Umbria Green Sport attribuito dalla Regione Umbria. Oltre a questo tracciato quest’anno ce ne sarà un altro, sempre agonistico, di circa 10 km., in modo di dare anche a chi non è pronto ad affrontare un chilometraggio lungo la possibilità di partecipare a questo evento. Come ogni anno prevista anche una non competitiva di km.6 il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Alla maratonina del Campanile parteciperà una delegazione di Pink is Good – Perugia Running Team: Pink is Good è un progetto di Fondazione Umberto Veronesi e per la Fondazione è sostegno concreto alla ricerca, grazie al finanziamento di borse di ricerca per medici e scienziati che hanno deciso di dedicare la loro vita allo studio e alla cura del tumore al seno e degli altri tumori femminili. Come da tradizione la manifestazione ponteggiana ospita ogni anno progetti ed iniziative di solidarietà: la Maratonina del Campanile-Correre per la Vita devolverà una parte del ricavato delle iscrizioni della stessa in beneficenza ad istituzioni individuate volta per volta. Anche in questa edizione la manifestazione si lega al comitato umbro della Fondazione AIRC, Associazione Italiana Ricerca sul Cancro, presieduto da Elisabetta Puccetti Margaritelli.

Per la parte agonistica sicura la presenza in campo femminile di Silvia Tamburi, dell’Atletica Avis Perugia mentre tra gli uomini nomi di spicco sono quelli di Simon Kibet Loitanyang, Khalid Mockachane e Tarik Marnhaoui. E sarà al via anche l’ultramaratoneta perugino Filippo “Popof” Poponesi che proprio ieri ha portato brillantemente a termine nel Minnesota la Arrowhead 135, una delle gare più estreme e difficili al mondo: 217 km tra neve e freddo gelido, con temperature che arrivano di notte anche oltre i -30° in cui i runners devono trainare una slitta con tutta l’attrezzatura necessaria per compiere il percorso in totale autosufficienza. Filippo arriverà sabato sera a Perugia e domenica mattina correrà la 20 km.

Il Presidente Ignozza ha tenuto a sottolineare il fatto che la manifestazione da sempre non guarda solo al puro agonismo ma anche al sociale, con la parte non competitiva che oltre a dare a tutti la possibilità di fare sport poi, in collaborazione con Airc, aiuta anche la ricerca. Il consigliere comunale Mencaglia, portando il saluto del sindaco Romizi e dell’assessore allo sport, Pastorelli, ha puntualizzato di come la Maratonina del Campanile sia un appuntamento di eccellenza per il territorio comunale ribadendo anche lui l’importanza della partnership con la Fondazione Airc. Infine Di Loreto, segretaria di Fondazione Airc Umbria, ha ricordato come la nostra regione sia molto attiva nel campo della ricerca con finanziamenti per sette progetti speciali, due normali e una borsa di studio e ribadendo ancora una volta l’importanza dell’informazione e della prevenzione per la lotta al cancro, e ben vengano iniziative come la Maratonina che appunto hanno il duplice scopo di informare e in un certo modo di prevenire partecipando alla camminata e facendo del moto, uno dei sistemi di prevenzione. E al termine della conferenza stampa, nel giorno del primo anniversario della scomparsa, un pensiero è andato a Leonardo Cenci, tante volte protagonista alla Maratonina del Campanile.

© 2011 Podistica Volumnia Sericap Suffusion WordPress theme by Sayontan Sinha