E così anche la XXI^ edizione della Maratonina del Campanile è andata in archivio: è stata, quella di domenica 19 settembre, una bella Maratonina, filata via liscia e dove i vari “ingranaggi” hanno funzionato in modo perfetto. Una edizione che in termini di partecipazione ha rispecchiato le precedenti edizioni (senza tenere conto di quella del 2009 in cui si corse la sola mezza maratona senza il percorso di 10 chilometri) con la presenza complessivamente di circa 800 persone considerando i tre percorsi di 21, 10 e 3 chilometri, quest’ultimo non competitivo. Di questi ben oltre la metà hanno gareggiato nella mezza maratona che anche in questa occasione ha visto ai nastri di partenza, oltre alla massa di atleti amatori che poi sono il vero motore di questa e di tutte le manifestazioni podistiche in generale, un cast di top runners di tutto rispetto sia tra gli uomini che tra le donne, e alla fine il risultato, in termini cronometrici, si è visto. Come sempre molto ricco il post gara con un mega ristoro articolato su più punti: quello classico con bevande, dolci, pizza e poi l’angolo del pasta party con la pasta Aliveris, pasta ufficiale della Maratonina e di tutte le manifestazioni organizzate dalla Podistica Volumnia Sericap, proposta in due versioni e dulcis in fundo lo spazio allestito dalla Podistica Alfonsinese, la società gemellata con la Volumnia, che ha sfornato le tradizionali piadine romagnole farcite in vari modi. Insomma ce ne era per tutti i gusti, e la cosa è stata molto apprezzata. Bella ed emozionante l’iniziative proposta dal gruppo perugino del CDP che ha corso compatto la Maratonina indossando una t-shirt appositamente realizzata con lo scopo di raccogliere fondi per il Comitato per la Vita Daniele Chianelli, iniziativa che ha trovato ovviamente più che favorevoli noi organizzatori che, da parte nostra, da anni devolviamo il ricavato della camminata non competitiva al Progetto Ghismo ed in parte alla Caritas Parrocchiale di Ponte San Giovanni. La solidarietà è sempre stata una delle travi portanti della Maratonina del Campanile che non vuole essere un evento sportivo fine a se stesso, ma deve allargare il suo sguardo anche al sociale, al turismo e all’ambiente. Non per niente da diversi anni la Maratonina del Campanile si fregia del marchio di qualità Umbria Green Sport che la Regione Umbria attribuisce a selezionati eventi sportivi internazionali della nostra Regione che vanno oltre il puro ambito sportivo e agonistico. E’ un riconoscimento che premia la manifestazione e con essa premia l’impegno di tutti coloro che all’interno della Podistica Volumnia Sericap per questa manifestazione si impegnano con entusiasmo, ognuno con la sua propria competenza e professionalità, affinchè niente sia lasciato al caso e tutto giri alla perfezione, in modo da offrire ad ogni podista un”prodotto” di qualità che gli consenta di vivere da protagonista una mattinata di sport e non solo.

RISULTATI – Sul podio della 21.097 km:

Rugut Mathew Mukasakindi Claudette
Kirwa Yego Solomon Jebet Salina
Zain Yaquad Ghislane Asmae

Classifica completa

 

RISULTATI – Sul podio della 10 km:

Bussolotto Doriano Pannacci Michela
El khalil Yassin Di Marco Giulia
Lenticchi Eros Piccioni Sara

Classifica completa

 

Lascia un commento

(richiesto)

(richiesto)

*

© 2011 Podistica Volumnia Sericap Suffusion WordPress theme by Sayontan Sinha