Ventia Trail

img-5Il VENTIA TRAIL, dal nome del torrente che caratterizza la zona prescelta per il percorso di gara, nasce nel 2015 (con un prologo sperimentale l’anno precedente) ed è a carattere non competitivo.

La corsa si svolge su un percorso immerso nella natura, peculiarità di tutti i trail, che partendo da Casa del Diavolo, attraverso strade forestali e poderali tocca l’antica Abbazia di Montelabate, e da qui attraverso sentieri boschivi caratterizzati da piante di cerro, carpino, acero e ginestre, si inerpica a ritroso del letto del torrente Ventia fino ad arrivare presso alcuni antichi borghi abbandonati come Colcelli ed al confine con il comune di Gubbio, per poi ridiscendere fino ad attraversare il borgo di Camperi e, dopo aver guadato nuovamente il torrente Ventia, e sfiorato l’Abbazia di Montelabate, transitare in prossimità della chiesina rupestre chiamata Madonna del Corsetto, fino giungere, attraverso i poderi di proprietà della Fondazione Gaslini di Genova, alla zona di arrivo.

Tre le distanze previste: 32 chilometri con D+1100 (con un tempo massimo di 6 ore), 16 chilometri con D+450 (con un tempo massimo di 4 ore) ed una camminata di 10 chilometri. Come in tutti i trail, i podisti partecipano in regime di semi-autosufficenza, e coloro che affrontano i due percorsi più lunghi debbono obbligatoriamente avere con sé il telefono cellulare dove inserire il numero di soccorso comunicato dagli organizzatori; dato che si corre immersi nella natura, tutti dovranno ovviamente tenere un comportamento rispettoso dell’ambiente.

Nella prima edizione del 2015 parte del ricavato della gara è stato devoluto in beneficenza alla Fondazione Gaslini di Genova.

Dati dell’edizione 2015: 30 partecipanti alla 32 km, 51 alla 16 km, 57 alla 10 km.

 

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento

© 2011 Podistica Volumnia Sericap Suffusion WordPress theme by Sayontan Sinha